GRAZIANO CECCHINI RI-DIPINGE IL FUTURISMO

intervista a cura di Chiara Mastrolilli De Angelis a Graziano Cecchini

D- Graziano, da ormai un anno ti sappiamo in Toscana, nei pressi di Pisa. Una scelta artistica o personale? R-...
D- Graziano, da ormai un anno ti sappiamo in Toscana, nei pressi di Pisa. Una scelta artistica o personale?
R- Direi prima di tutto professionale. Sono stato chiamato ad occuparmi del Restyling di una Fabbrica chimica che si trova a soli 300m da Campo dei Miracoli. Un progetto interessante che doveva svilupparsi a 360° sia all’interno che all’esterno della Fabbrica. Fare il pendolare era diventato impossibile, da qui la scelta di trovare un appoggio in Toscana, a maggior ragione vista la mia collaborazione con alcune aziende marmifere della Provincia di Massa e Carrara (vedi il portale di marmo di 400 tonnellate su Piazzale Michelangelo a Firenze in occasione dell’inaugurazione del Festival della Creatività).
L’aver trovato il casale dove ora mi trovo ha reso molto più facile e stabile la mia permanenza in Toscana, dando anche nuova linfa alla mia produzione artistica.
CONTINUA SU: http://lasinorosso.myblog.it/archive/2011/07/08/futurismo-carbonaro-rossotrevi-e-il-ritorno-della-grande-pit.html
GRAZIANO CECCHINI RI-DIPINGE IL FUTURISMOultima modifica: 2011-07-09T11:12:03+00:00da zairo-ferrante
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento