La Resilienza Dinanimista, quando la camorra siamo anche noi: da “Il Mattino”

3286606_0926_gianni_melillo.jpg.pagespeed.ce.PvJPNz-dNd

Camorra, l’allarme del procuratore Melillo: «Non solo bande, professionisti e imprese aiutano i clan» …La complessità della camorra campana, che è un insieme di camorre diverse sui vari territori: quella della città di Napoli ha volto, storia e struttura differenti da quella della provincia. Diversa ancora è quella della provincia di Caserta. Ma filo conduttore sono le connivenze, le relazioni … Continua a leggere

La n’drangheta che non ti aspetti… a Seregno – Brianza -?!?!? ( da “La Stampa Italia” : … Il primo cittadino del milanese è agli arresti domiciliari )

ndrangheta-blitz-in-provincia-di-monza-arrestato-il-sindaco-di-seregno-v_bc5a49bc-a293-11e7-9dc6-1e05061f41b8_998_397_big_story_detail

Solo pochi mesi fa il sindaco di Seregno in provincia di Milano, Edoardo Mazza, 38 anni, capelli mossi e assai atletico, aveva twittato: «La mafia si combatte con i fatti». Detto fatto, questa mattina i magistrati di Monza, Giulia Rizzo e Salvatore Bellomo, lo hanno messo agli arresti domiciliari con l’accusa di corruzione per rapporti poco trasparenti con Antonio Lugarà, … Continua a leggere

Da “Avvenire.it”: L’ipocrisia blasfema di chi delinque e poi va in chiesa senza rimorsi. Lectio magistralis di Ravasi a Reggio Calabria

santamuerte

Criminalità organizzata, corruzione e giustizia: da Giovanni Paolo II a Francesco, l’ipocrisia blasfema di chi delinque e poi va in chiesa senza rimorsi. Lectio magistralis di Ravasi a Reggio Calabria Nell’Aula Magna “A. Quistelli” dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, viene insignito della laurea Honoris causa in Giurisprudenza. Nell’occasione il Cardinale … Continua a leggere

Da ” Il Sole 24 Ore “: Beni confiscati alla mafia, decine di case e ville a Roma per ospitare i profughi… di R. Galullo

Roma_sgombero_palazzo_35-0017-kaTE--835x437@IlSole24Ore-Web

Gioacchino Campolo, il re calabrese del videopoker pazzo per l’arte, a cui lo Stato ha confiscato definitivamente beni per oltre 330 milioni, potrebbe indirettamente dare una mano per ospitare i profughi sgombrati a Roma. O i tanti rifugiati o disperati che lì arrivano. Anche il suo albergo/pensione di Via Aventino, 121 nella Capitale è infatti tra quelli entrati nel 2016 … Continua a leggere

Da un articolo del 2015 pubblicato su “L’Espresso”: Mafia, ecco chi comanda in Italia

image

L’invasione su tutto il territorio nazionale delle mafie – la loro potenza criminale oltre alla forza di infiltrazione nell’economia legale e nella politica – viene descritta nella relazione annuale svolta dal procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti, e dalla Direzione nazionale antimafia. I magistrati di via Giulia hanno puntato ad aggiornare e comprendere meglio come le varie organizzazioni mafiose, sia quelle tradizionali … Continua a leggere

Vaticano, nasce una rete globale contro mafia e corruzione… da “La Stampa”

Clipboard-18527-kDkE-U11003867817714cIB-1024x576@LaStampa.it

Da Oltretevere un altro passo concreto nella lotta contro mafiosi e corrotti. Dopo il dibattito internazionale del 15 giugno, da cui «è emersa la volontà di fare fronte comune contro le diverse forme di corruzione, crimine organizzato e mafia», la consulta sulla giustizia del Dicastero per lo Sviluppo umano integrale costituirà «una rete a livello internazionale». La Chiesa «nel mondo è già una … Continua a leggere

“Così la maggioranza del Csm voleva bloccare Falcone e Borsellino”… da “la Repubblica”

083645676-9ac7cf83-8d5e-4775-824d-543c42b03097

… D’Ambrosio lancia l’assist più importante: «Lei è convinto che il fenomeno mafioso possa essere non dico debellato, ma comunque efficacemente fronteggiato se accanto all’intervento giurisdizionale repressivo dello Stato c’è una reazione di tutta la società?». E’ la domanda più importante, perché consente a Paolo Borsellino di lanciare il suo monito, che ancora oggi è di grandissima attualità: «Sono convinto … Continua a leggere

La resilienza dinanimista vi segnala “Roberto Galullo Blog.il sole24 ora”: per una reistenza poetica e consapevole contro tutte le mafie

robertogalullo_11

Ponte sullo Stretto/1 La mafia a Messina evolve, si arricchisce, piega il futuro e si confonde in una bolla che la fa (quasi) sempre franca: Raramente mi sono trovato a leggere un’ordinanza di custodia cautelare (ne ho letto migliaia) come quella firmata il 26 giugno dal Gip di Messina Salvatore Mastroeni. Un provvedimento – che fa seguito all’operazione Beta con la quale la … Continua a leggere

Mafia, droga, estorsioni: blitz dei carabinieri, 54 arresti a Catania… da “La Sicilia”

Siracusa-controlli-antidegrado-dei-carabinieri-cc62e8136044318441e1afc0f1540a21.jpg--

Decapitato il clan di San Giovanni Galermo dei Santapaola: con lo spaccio avevano un giro di affari di 40 mila euro a settimana… …Cinquantaquattro persone sono finite in manette nell’ambito di una operazione, denominata doks, condotta dai carabinieri del Comando Provinciale di Catania che hanno eseguito un’ordinanza cautelare emessa dal gip del tribunale etneo su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia … Continua a leggere

La resilienza Dinanimista informazione contro tutte le mafie: ANSA – Pm, condanne per 100 anni

Nel fermo immagine tratto dal video distribuito dai Carabinieri, un momento dell'operazione nei confronti di 10 persone appartenenti alla famiglia Spada, Ostia, 12 aprile 2016. I 10 appartenenti alla famiglia Spada arrestati all'alba dai carabinieri del Comando provinciale di Roma sono ritenuti a vario titolo coinvolti in una gambizzazione e in varie estorsioni. ANSA/ CARABINIERI   +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

(ANSA) – ROMA, 23 GIU – Minacce, violenze, sfratti forzosi da alloggi popolari e una gambizzazione per affermare la ‘supremazia’ del proprio clan sul territorio di Ostia; e tutto con l’aggravante del metodo mafioso… CONTINUA SU: http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2017/06/23/mafia-ostia-pm-condanne-per-100-anni_baaa9c7d-2bf6-4f81-b798-b0061bc09674.html