Il dinanimismo segnala la rencensione su: PAOLO MELANDRI da eccolanotiziaquotidiana /Roma

*PAOLO MELANDRI da eccolanotiziaquotidiana /Roma

http://www.eccolanotiziaquotidiana.it/paolo-melandri-alla-ricerca-del-mozart-perduto-recensione/
 
Paolo Melandri, poeta (tra gli autori del libro manifesto “Per una Nuova Oggettività”, Roma, a cura di Giovannini, Sessa, Lami e altri e per “Nell’Anima” , Moby Dick) e musicologo ha recentemente edito (La Carmelina,)La cetra scordata, breve atipico saggio dedicato a Mozart

mozart
paolo melandri
Mozart, tra logica della Bellezza, la parola come poesia come musica, in una trinità (o anti..) intercambiabile, probabilmente il suono come archetipo, al di là del linguaggio specialistico e strettamente tecnico.Oppure … eppure, tutt’oggi, a distanza di circa un secolo e mezzo, il Mozart mito, bimbo prodigio e giovane genio adulto,benedetto dagli Dei e maiumiliato dallavecchiaia, la nota biologica più dissonante.. per la specie umana, cara solo alla Morte.
Un contrappunto in libertà, anzi un contro virgola e… due punti o .. punto virgola ecc,la pagine mozartiane e non solo del poeta e musicologo outsider Paolo Melandri, danzanti tra l’incipit doppio di cui prima:poche pagine, tuttavia, certamente più ammalianti di tanti mattoni esegetici, Mozart e la musica dell’umanità..,micro biografati da un linguaggio tecnico ma speciale (non ..istico), il puer aeternus che gioca con la parola fatta suono sottratto alle mitologie varie, ma non al pulsionale divino e della meraviglia.
Già: un.. Amadeus non solo al di là, ma al di qua del cosiddetto male e cosiddetto bene: un giovane uomo dio, fatalmente a sua immagine e vibrazione cosmica.
Melandri colora i witz quotidiani del genio mozartiano, per nulla maudit, anzi funambolo tra virtuale (immaginario) e reale : sinapsi d’altra scienza inaudita,mito senza mitologia pertanto Reale senza ridondanze fantastiche, la scintilla creativa non stop di… Amadeus;Chomsky quasi confutato…in Mozart, la parola sarà grammatica generativa, ma nel genio (come Mozart) e musicista, in principio la parola e il pensiero sono Musica!Poi lo spartito o gli“autografi”espansioni nella complessità, leggi di altra fisica.
Quando suonava… nei concertio discorreva nei salotti (con disincantoletterario degno quasi di Wilde, un secolo dopo) o a due passi dalla moglie partoriente… Mozart creava i futuri capolavori : prossemica d’altrospaziotempo quasi, elegante barriera quasi olografica, diremmo oggi, verso i contemporanei, nessun no agli umani, un si invece cadenzato, una fuga e toccata paradossale…:
Nessuna anaffettività parapsichiatrica,uno sguardo alcuore pulsante del neonato e della moglie,quello pesante magari del padreotroppo leggero della sorella, ovanitoso di Principi e colleghi o amici o corti varie, si trasformavano quasi carpe diem in nuove combinatorie di note e suoni e dis-armonie.
E nel genio, puntualizza con giusta querelle Melandri, la funzione muta persino l’organo, elevandolo a vette azzurre sconosciutemagari a esperti troppo accreditati.. quali Adorno.
Non ultimo, sempre dai witz,Mozart amava discorrere poliglotta, ancora la parola come musica, ogni idioma è spartito naturale….
Infine, sempre originali e atipiche le scansioni al di là di… Amadeus, sottolineate con rapide parole o pennellate impressionistiche su Bach, Heine, Mendelson, tacite o meno affinità elettive:in tempi di cetra o lira non obliate da certa musica contemporanea o persino dal pop o dall’elettronica, ma dalla paura della Bellezza, dopo troppi eoni di colllettivismo e uniformi neuronali,lo spartito letterario di Melandri esita come un piccolo grande inno alla necessità del Genio, neppurescolasticamente o popolarmente romantico, tantomeno maudit o alternativo….
Al contrario, fatale strategia, con una metafora, della Gaia Terra per danzare attorno al Solenelle fatalinuove regioni dell’universo.E Mozart…(altrove idiot savants esistenzialmente corretti, quasi ovunque…) link disupernormale legge umana della Fisica…. una musica generativa… per tutti i contemporanei.

*Roby Guerra

 

Il dinanimismo segnala la rencensione su: PAOLO MELANDRI da eccolanotiziaquotidiana /Romaultima modifica: 2013-02-22T17:31:00+00:00da zairo-ferrante
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento