Ferrara-Intervista a Matteo Zagagnoni: the dark side of the poetry

Esordio perturbante e-ma luminoso e dal verso alto neormetico, postungarettiano per il nuovo talento poetico Matteo Zagagnoni, ferrarese, a conferma della città estense, sempre sorprendente per certo suo archetipo costante letterario…

Matteo Zaganoni, ebook, futurist editions
eBook/Libro on line n.28 luglio 2011
*LINK DIRETTO –
http://poeticamente.myblog.it/archive/2011/07/11/parole-m…

D- Zagagnoni: opera prima, ma evidente un rodaggio almeno da pole position…
R-beh si il primo rodaggio è stata la materia umana giornaliera epoi mi sono formato essenzialmente sull’esistenzialismo e sull’ermetismo

D-Zagagnoni: se esistono a quali maestri dell poesia fai riferimento?
R-sicuramente Ungaretti ma anche Saba,Montale,Quasimodo mi hanno insegnato l’arte della poesia crepuscolare ed ermetica che tanto mi è cara

D-Zagagnoni: l’iput ungarettiano è chiaro, ma articolato quasi nel Dark Side della Luna…
R-si ho voluto riprendere il suo discorso ma quasi in chiave dark ed estremamente scheletrica

D-Zagagnoni: Marinetti e Ungaretti, futurismo e ermetismo, un filo tra i due movimenti del novecento???
R-sicuramente uno sguardo verso il futuro non convenzionale ed eccezionalmente ricco

D…. Autodomanda luminosa e oscura…
D-come ti senti nei confronti della tua poesia?
R-la sento come una creatura fragile ma allo stesso tempo pura come il diamante capace di avvicinare i chiaroscuri della vita

*RobyGuerra

Tratto da:

http://lasinorosso.myblog.it/archive/2011/07/14/ferrara-intervista-a-matteo-zagagnoni-the-dark-side-of-the-p.html

 

 

Ferrara-Intervista a Matteo Zagagnoni: the dark side of the poetryultima modifica: 2011-07-17T14:47:03+00:00da zairo-ferrante
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento