GUMWRITERS: da gioco in rete a realtà

blog letterari

Sul loro sito scrivono: “chi tenta di emergere e sopravvivere, in questo ambiente, non vale pressoché nulla e finisce col perdersi e restare sepolto nell’odierno panorama editoriale. Il mercato ci vuole morti. Che ci abbia morti.”
E’ questa la filosofia che anima il blog letterario GumWriters.it e le menti che lo dirigono. Si tratta delle co-radattrici Gaia Conventi e Maria Silvia Avanzato. Menti “mefistofeliche” si definiscono, eppure, malgrado l’insofferenza per un mondo, quello dell’editoria, che lascia poco spazio agli esordienti, Gaia e Silvia, non sembrano perdersi d’animo e hanno fatto del loro blog, GumWriters, un punto di aggregazione per tutti coloro che scrivono “per quelli che vendono poco, vendono niente, sognano sempre e non si spezzano mai. Per quelli che, da qualche parte, arrivano”.
Nella loro intervista a StoriaContinua, ci spiegano: “Non possiamo sponsorizzare alcunché, non siamo Grandi Lettori e non mandiamo nessuno allo Strega, non abbiamo agganci… ma, porca pupazza, visto che quel dominio non ce lo passa qualche casa editrice, sulle nostre pagine facciamo gli anarchici! Pubblichiamo e segnaliamo quello che ci piace, che non ci piace, che troviamo strano, che troviamo assurdo.”

*Articolo liberamente tratto dal quotidiano futurista “Asino rosso”

**continua su:  
http://lasinorosso.myblog.it/archive/2011/04/18/net1-intervista-a-gumwriters-decolla-in-italia-il-dada-magaz.html

GUMWRITERS: da gioco in rete a realtàultima modifica: 2011-04-19T20:28:43+00:00da zairo-ferrante
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento