ANIMA E POESIA NEL FUTURO TRANSUMANISTA

 

ANIMA E POESIA NEL FUTURO TRANSUMANISTA

(Documento Del DinAnimismo (movimento poetico rivoluzionario delle anime)


di Zairo Ferrante


Robot,umanoidi con circuiti di memoria infiniti, vita quasi illimitata, intelligenze potenziate artificialmente, colonizzazione di nuovi mondi da tutti,ora, considerati impossibili; il tutto condito da una miriade di poteri post-umani nel 2010 inimmaginabili.

Questo è uno degli scenari possibili che si prospetta in un futuro, forse neanche troppo lontano.

Pensiate sia fantascienza?

Beh lo era anche la penicillina agli inizi del ‘900, lo erano i robot negli anni ’40, la nanotecnologia negli anni ’50, l’adsl e le linee senza fili nel ’90, l’antimateria ottica nel 2000 etc. etc.

Ecco quindi che chiedo solo il beneficio del dubbio per queste mie parole, in virtù della formidabile evoluzione scientifica degli ultimi trent’anni.

Però immaginando tutto questo, io che sono un DinAnimista, mi chiedo: e l’Anima?

Che posto occuperà nella futura civiltà transumanista? Continuerà ad esistere oppure cesserà inglobata o fagocitata da milioni di nanoparticelle volte a rilevare e far sparire l’essenza sublime che accompagna l’uomo fin dai suoi primi passi?

Poi sorrido, forse sono andato un poco oltre con la fantasia e mi dico: sia essa Spirito Divino, Essenza ed Alito di vita, coscienza dell’Io, parte del super-io o nella meno poetica delle ipotesi semplice circuito neuronale, l’Anima non può sparire.

Anzi, ritengo proprio che in uno scenario transumanista l’Anima sia cosa fondamentale ed indispensabile per la sopravvivenza dell’uomo, ritengo che questa Sconosciuta possa essere l’unica risorsa in grado d’aiutare l’essere umano ad affrontare e gestire nel migliore dei modi il progresso illimitato che altrimenti potrebbe segnare la fine dell’umanità.

Ecco che in questo scenario in cui l’Anima e la Coscienza rappresentano l’unica risorsa intrinseca dell’uomo la Poesia e quindi i Poeti hanno la possibilità di risorgere ed elevarsi nuovamente, per l’ennesima volta nel corso della storia, a “maestri dell’Animo umano”.

Poesia come vincastro dell’Anima in quest’era nuova e veloce, Poesia come supporto e compagna dell’uomo in questo futuro viaggio alla scoperta di “nuovi mondi, sfavillanti galassie ed infiniti universi”.

Poesia semplice ed umano fucile in grado di colpire ed affondare l’umana e troppo diffusa superficialità.

A questo punto sorrido ancora e penso…tutto questo può essere chiamato DinAnimismo?

 

 

ANIMA E POESIA NEL FUTURO TRANSUMANISTAultima modifica: 2010-02-24T14:31:00+00:00da zairo-ferrante
Reposta per primo quest’articolo