ROSSO TREVI Dalla strada alla galleria d’arte

ARTICOLO di SIMONA DE SANTIS

TRATTO da CORRIERE DELLA SERA (Roma) 

PERFORMANCE RIUSCITA – Lo scorso 1° maggio, nella piazza del Concertone, Cecchini aveva coinvolto centinaia di giovani: ne era nata una performance diversa dalle precedenti; più sentita e partecipata, anche più intelligente. Cecchini era tornato così a far parlare di sé dopo il blitz del 19 ottobre 2007, quando con un gesto fulmineo gettò un bidoncino di colorante (rosso) dentro la Fontana di Trevi. Azione seguita pochi mesi dopo, il 16 gennaio 2008, dal lancio di 500 mila palline colorate lungo la scalinata di Trinità dei Monti. Blu, gialle, verdi e rosse: le palline rimbalzarono fin dentro la Barcaccia. «Dal Rosso Trevi alla quadricromia», c’era scritto sui volantini distribuiti subito dopo l’azione compiuta in piazza di Spagna. Le palline colorate, portate via in meno di un’ora dagli addetti dell’Ama, generarono non poca curiosità tra turisti e romani. E il video-sequenza del blitz spopolò su YouTube.

Graziano Cecchini (Jpeg)
Graziano Cecchini (Jpeg)

DALLA STRADA ALLA COLLEZIONE Per la seconda volta, una delle azioni futuriste di Cecchini diventa da «collezione». Come successe con le celebri palline di piazza di Spagna: quando, il 16 gennaio 2008, Rossotrevi lanciò 500 mila palline (blu, gialle, rosse e verdi) lungo la scalinata di Trinità dei Monti, turisti e romani cercarono di accaparrarsene alcune, prima dell’arrivo delle vigili urbani e, il giorno seguente, le palline erano già in vendita su internet. La prima mostra di «arte partecipativa» segue il motto di Cecchini: «L’arte è azione. L’arte è di tutti. L’arte è in strada, tra la gente, per la gente, con la gente. L’artista è per strada».

CONTINUA SU: http://roma.corriere.it/notizie/arte_e_cultura/10_giugno_10/cecchini-arte-azione-1703175391039.shtml

 

ROSSO TREVI Dalla strada alla galleria d’arteultima modifica: 2010-06-13T12:55:15+00:00da zairo-ferrante
Reposta per primo quest’articolo